Vai al contenuto

These are the songs of my life: Jefferson’ Hymns Edition

7 novembre 2018

“When the truth is found to be lies and all the hope within you dies. Grace Slick. Marty Balin. Paul Kantner. Jorma Kaukonen. These are the members of the Airplane. Interesting.”

Il venerabile rabbino di A Serious Man, richiesto di un consulto, parafrasava Somebody to Love trasformandola in una cantilena sapienziale, prima di elencare i nomi della formazione quasi celassero una qualche superiore verità cabalistica.

Paul Kantner è volato via un paio d’anni fa (lo stesso giorno, in un clamoroso twist of fate, di Signe Toly Anderson, la cantante della prima formazione, destinata ad essere eclissata dall’arrivo di sua maestà Grace Slick); a Marty Balin è toccato un paio di mesi fa; Spencer Dryden se n’era già andato nel 2005.

Ma gli inni che i Jefferson, nelle loro molteplici incarnazioni, ci hanno donato, sono qui per restare, e ricordarci che, quando ci chiudiamo noi nostri sterili io, c’è sempre un we che aspetta di erompere in un canto di liberazione.

E allora, we can be together, we should be together.

Let’s go together right now.

We were like lovers in another lifetime.

We built this city, we built this city on rock an’ roll. (sì, anche questa, la supposta peggior canzone della storia, senza pudore)

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: