Skip to content

Come eravamo: In tre battute

14 aprile 2016

Con un pensiero ad Achille Campanile, una vecchia pièce bonsai di Ale.

Ogni creatura…
(Tragedia in tre battute)

Scena: San Terenzo, terrazza di Villa Magni
Personaggi: Mary Shelley, narratrice
Percy B. Shelley, suo marito, poeta

Mary: Ti piace la mia Creatura?
Percy: Assomiglia a Boris Karloff.
Mary: Non glielo dire, che si offende.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: