Skip to content

These are the songs of my life: Italian Progressive Edition

8 gennaio 2014

Sono cresciuto con i micidiali falsettoni (“Tuuuu quando tornavo”) di Nico Di Palo.

Con le commistion baroque’n’roll di Luis Bacalov con gli stessi New Trolls, o con gli Osanna che musicavano il Di Leo di Milano Calibro 9.

Col talento trasversale di Gianni Leone (La tua casa comoda sarebbe perfetta per un giallo dell’epoca).

Con le poetiche invocazioni di Francesco Di Giacomo (Non mi rompete mi fu di gran conforto in un’occasione dolorosa, e sempre le sarò grato).

Con la ghirlanda di riff di La luna nuova, ciclica e tendente all’infinito.

Con la rarefatta malinconia californiana di Amico di ieri.

Col vecchio, caro e inattualissimo prog italiano, insomma.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: