Skip to content

Ex Libris 108 (smettere)

7 settembre 2013

Snapshot_20130907

Lei strillava perché di colpo sapeva cosa lui stava per fare. Era folle, ridicolo, il genere di impulso verso il quale non era mai stato propenso, eppure c’era anche una strana luce nei suoi occhi che non c’era mai stata prima. Come se qualcuno avesse acceso una miccia. La sua faccia era illuminata. Prese i contratti fra le mani, li accartocciò, e li spinse in fondo al camino. Poi prese a far lo stesso con le pagine del dattiloscritto. La carta cominciò a prendere, prima increspandosi, poi diventando marrone, poi balzando in una fiamma vivace.

L’aria mulinava di farfalle nere.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: