Skip to content

Doppelgänger

23 luglio 2013

Perché ci sono due Ale.

Uno è quello che conoscete tutti, figo, gentile, disponibile, severo quando mi faccio prendere dalla pigrizia e consolatore se mi avvilisco.

L’altro viene a trovarmi di notte. Nei sogni. E seppure resta il gran bel pezzo d’uomo che è, non è mai gentile. Men che meno disponibile. Figuriamoci consolatore.

L’Ale che sogno spesso è assenteista, non ha voglia, ha preferenza di no, che qualcuno gli tolga dalle palle sta rompicojoni. A volte fa lo stronzo. Ma non la stronzaggine blanda cui mi hanno abituata certi bulli del mio passato, no. In lui la stronzaggine arriva a livelli epici. Sai quando dici che uno è cattivo, no? Tipo, Puliletti è terribile, Puliletti è cattivo, Puliletti prende in giro quelli che cantano male il blues. Ma il tremendo Puliletti all’Ale che mi fa visita la notte, gli fa un baffo, anzi due e una spuntatina alla barba. Sfido chiunque a resistere al fianco di un uomo cattivo come l’Ale della notte.

Per fortuna poi mi sveglio. Mi sveglio sempre, e Ale è lì in tutta la sua gentilezza di uomo vero, e non mi ha scaricato, e non mi dice di piantarla di rompere le balle.

Scusa Ale, eh, ma il tuo doppio notturno prima o poi rimedia tante, ma tante di quelle botte che se le ricorderà una vita (onirica, ma pur sempre una vita).

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: