Skip to content

Di sogni, di alberi

22 maggio 2013
Stamattina mi sono svegliata tardi.
Ok, diciamo più tardi del solito, che già sarebbe abbastanza tardi per il resto del mondo, almeno così mi riferiscono. Sarà.
Comunque conservo un vago ricordo di Ale che mi ha salutato (o forse salutava Moka? stiamo sullo stesso cuscino, ci si può confondere), del telefono che ha fatto i suoi due squilli quotidiani in qualche parte del tempo, mentre stavo sognando (infatti nel sogno qualcuno rispondeva), quindi ho tranquillamente continuato a dormire.
Nel sogno in questione, compravamo un casale con tanta terra e iniziavamo a piantare alberi, come Salgado. O come Jean Giono. E infatti dicevo “Come Jean Giono!” correndo per tutta la stanza e imitando Elio (ci sta sempre bene, Elio, pure nei sogni).
A proposito di piantare alberi, ho trovato Torino davvero verde. Piena di alberi, anche importanti, come un bellissimo noce dei caucaso dalle parti della facoltà di architettura. Peccato che cercando qualche foto da mettere qui, mi sia imbattuta nelle solite notizie di alberi tagliati in favore dei palazzinari.
Questo mi ha buttato giù, Torino ha parecchi alberi anche monumentali (c’è un platano bellissimo a piazza Cavour) ed è un peccato perdere questo patrimonio per i soliti interessi criminali dei cementificatori.
C’erano un sacco di aceri, a Torino. Meglio che pensi agli aceri, al rosso, al verde, e lasci scorrer via i pensieri tinti.
No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: