Skip to content

Ex Libris 87 (Barbie Reginetta del Ballo)

6 aprile 2013

Sorelle

Caro dottor Polidori, solo lei può comprendere il mio stato d’animo. Mi chiamo Cecilia Soffici e credo di essere morta. Ieri sistemavo i capelli di Barbie Reginetta del Ballo, e mi sono soffermata a guardarle il viso. Erano anni che non giocavo più con quella bambola. Dopo qualche istante non riuscivo più a smettere di fissarla.
Lei era viva e io ero morta.
Tra mille anni, scavando tra le sabbie, gli archeologi troveranno ancora Barbie Reginetta del Ballo e la studieranno. La plastica dei suoi occhi profondi è imperitura. Invece, nessuno saprà mai chi era Cecilia Soffici. Il segreto è ridursi a nulla. Essere oggetti. Restare muti è bellissimo. Lasciare agli altri le storie. Io e mia sorella Veronica sbagliamo con le nostre marionette. Loro ci sopravviveranno. Noi pensiamo di muoverle da un gradino più alto dell’essere, ma non è così. Noi umani siamo destinati a svanire. Io no. Io tenterò di essere come Barbie Reginetta del Ballo e come le marionette.
Una cosa, un nulla, un’immortale.

Tanti cari saluti,
Cecilia Soffici

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: