Skip to content

La cura

29 marzo 2013

Qualche volta noi – chiamateci come volete: ecologisti, animalisti, antispecisti – siamo sfiorati dal dubbio che il mondo ci ringrazierà (se ci sarà ancora un mondo, a rendere grazie) quando saremo belli che andati.

Malinconico o superbo che sia il pensiero, lo bilancia una certezza: non possiamo che continuare – ognuno coi propri mezzi e capacità, con la propria specifica vocazione, sia pratica, speculativa, artistica – a fare quel che dobbiamo, ovverosia impegnarci a salvare quel che resta da salvare.

Non è un si salvi chi può: è un salvate chi potete, prendetevi cura del tutto. Ché il tutto vi riguarda. Nostra casa è la Terra, nostro tetto il cielo, nostra responsabilità quel che lì in mezzo vive.

Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: