Skip to content

Febbre Verde

2 gennaio 2012

Prende il guinzaglio. Non ce ne sarebbe bisogno: Nadir – così l’ha battezzato – cammina alla gamba, non fa un passo di troppo né si attarda. È lui, la coda a scimitarra come un’antenna, a guidare la figuretta magra che tiene quella corda intrecciata. Sa che deve portare questa donna al riparo, ma bisogna farle prendere un po’ di aria, o appassirà. La vede per come è: un essere perduto da guidare verso la luce. Come fanno gli altri cani con le persone che non vedono.

 

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: