Skip to content

Ex Libris 7 (strizze)

25 dicembre 2011

Una sera, ricevemmo una telefonata dai Jefferson Airplane. Erano in città e volevano passare dallo studio. I nostri due gruppi stavano lavorando ai rispettivi secondi album e la curiosità era reciproca. Mi fece piacere che gli Airplane entrassero nello studio proprio mentre Jim stava cantando a squarciagola il testo della poesia Horse Latitudes:

When the sea still conspires an armor, and her sullen and aborted
currents breed tiny monsters, true sailing is dead
Awkard instant, and the first animal is jettisoned, legs furiously pumping
their stiff green gallop, And heads bob up, Poise, Delicate, Pause,
Consent
In mute nostril agony, carefully refined, And sealed over

Lo studio era al buio, a eccezione del segnale rosso dell’uscita e i nostri rivali di San Francisco li facemmo cacare sotto.

Annunci
3 commenti leave one →
  1. spiderman permalink
    26 dicembre 2011 07:52

    … non mi giunge nuovo!

  2. 26 dicembre 2011 15:16

    Vero?

  3. 26 dicembre 2011 15:16

    (Ale, sotto mentite spoglie valesche)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: