Skip to content

These are the songs of my life: Inside Battles Edition

16 febbraio 2011

Michael Stipe mette su tutta una metaforona d’assedio, compresa di barricate, e mortai, e mura da abbattere intorno al proprio essere.

Sting ci piazza il filo spinato, e le mine, e i fossati, tutto per arrivare a quella fortezza che è intorno al cuore di lei.

Le ho sempre pensate accostate, queste due, in fondo il concetto è + o – lo stesso.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: