Skip to content

Le cronache di Alchermes: come è andata la mattina

14 ottobre 2009

Il mercoledì solitamente posto una foto del paese, ma oggi non mi sento granché in forma. Litigare con photoshop oggi è l’ultima delle mie aspirazioni, credo che nemmeno pubblicherò la ricetta dello strudel su veganblog.

Perché stamattina, come tutte le mattine dal lunedì al venerdì – da metà luglio – Ale è venuto a svegliarmi in un’ora che per me rappresenta l’alba. Devo alzarmi all’alba perché abbiamo da prendere il treno, e sebbene l’orario di ufficio sia elastico, l’orario del treno non lo è (vabbè, facciamo finta che sia così).

Ora una precisazione.

Alchermes giace in una posizione strategica della provincia. Se questo era un pregio nel passato (pregio per i conquistatori, papi soprattutto, e non certo per la popolazione che veniva regolarmente bastonata) nel nostro presente altamente antropico e meccanizzato questo diventa un difetto non da poco.

La città sorge esattamente nel punto in cui tutti i flussi automobilistici si incrociano. Quelli che vengono dall’autostrada e vanno verso Latina*, quelli che da Latina* vanno a Roma, quelli che arrivano dai Castelli e naturalmente quelli che ci abitano, ad Alchermes.

Una delle prime cose che ho sentito dalla sindaca è stata l’affermazione che esiste un progetto per costruire una sorta di tangenziale, una bretella che passi fuori dell’abitato.

Lasciamo per un momento da parte il fatto che della strada non c’è nemmeno l’ombra dei lavori.

Lasciamo da parte tutti i discorsi su questa fantomatica tangenziale, i pro e i contro, gli espropri, l’ambiente, i contadini, focalizziamo la nostra attenzione su quello che esiste: una strada che da un punto piuttosto centrale del paese conduce all’autostrada e alla Casilina da una parte, e alle strade per la provincia di Latina dall’altra. Una strada su cui passano sempre automobili.

Prendiamo ora dei lavori di manutenzione, o di scavo per le tubature di qualche edificio che si affaccia su questa strada, qualsiasi cosa preveda l’uso di martelli pneumatici e macchine da cantiere stradale.

Prendiamo un personaggio, per comodità lo doteremo di un pisello e lo chiameremo Dottor X (potrebbe anche avere le tette, ma ora non ci interessa).

Il dottor X cosa fa? Vede che c’è bisogno di questo intervento. Ce n’è talmente bisogno, che di mattina, all’ora di punta, manda i suoi macchinari da cantiere sulla strada, con i regolamentari semaforini per deviare il traffico, e mette degli operai a rompere l’asfalto.

Alle otto del mattino.

Quando metà provincia ha bisogno di usare quella strada in un senso, e l’altra metà deve usarla nel senso opposto.

Non poteva farlo la notte precedente, nemmeno la notte successiva. Doveva farlo alle otto del mattino.

Ovviamente i treni non hanno questi problemi, quindi nel momento in cui giungevamo nei pressi della stazione i fanalini di coda ammiccavano impudenti, allontanandosi sempre più velocemente.

Per carità, il viaggio in corriera è stato comodo. Ho gradito anche un po’ di paesaggio, nonostante lo sprawl e le schifezze varie disseminate qua e là.

Però non ho potuto scrivere, mi sono appena appuntata una scena per non dimenticarla che già mi girava la testa.

Nel bar sotto l’ufficio volevo prendere un cappuccino, ma non avevano più latte di soia, così mi sono fatta un té.

Ho raccolto un pezzo di tronco, che hanno abbattuto un alberello, e ci farò un tiragraffi naturale per i puzzoni.

Ho scoperto che c’è una donna che mi batte, legge un libro al giorno. Se esistesse un mestiere simile mi candiderei subito.

Bè, ora che sapete come è andata la mattina, me ne torno al mio archivio filmico.

* Si intende la provincia di Latina.

Annunci
One Comment leave one →
  1. 14 ottobre 2009 10:44

    Sì, l’alba sarebbero quasi le 8, ma la Vale è un po’ Paperino, si sa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: